fbpx
smontare albero

Non esiste albero di Natale che non possiamo smontare

Siamo alle porte della primavera ed io voglio parlarti dell’ albero di Natale…del mio in particolare. No, non sono impazzito. In questo giorno importante celebriamo l’inizio della Quaresima e le Ceneri. Giorno di sacrificio, giorno di offerta, di penitenza, come tutto questo periodo di conversione che ci porterà alla Pasqua. Per questo oggi ho deciso di offrire un sacrificio per la conversione delle persone.

Ho deciso di smontare l’albero di Natale che prima dell’Immacolata avevo fatto con Giorgia. Era li che mi guardava e da quando Giorgia è salita in cielo non riuscivo a trovare la forza per smontarlo. Per me, un vero sacrificio. Non è stato facile, per noi è sempre stato un rito la preparazione insieme dell’albero di Natale.

Pallina dopo pallina, addobbo dopo addobbo, anche oggi sentivo le sue mani sulle mie, il suo abbraccio dietro la mia schiena, la sua guancia sulla mia, i suoi capelli su di me… Non è stato facile smontarlo, lo ammetto, ma è ovvio che questo comportamento è normale… il messaggio che però vorrei trasmetterti oggi è che il dolore è sempre passeggero, la tristezza svanisce, il malumore si scioglie e tutto passa nel giro di pochi minuti.

Mi rendo conto che questo accade perché io ho preso una scelta, consapevole e razionale. La scelta di vivere la mia vita all’interno di una Verità più grande. La conseguenza di questa scelta è quello di essere inondato di amore e di consolazione, di Verità e di gioia. La disperazione non fa parte della mia vita, non ne ha mai fatto e non lo farà mai se Dio vuole. Questo è essere cristiani, anche di fronte ad una malattia, anche di fronte ad un virus come quello che stiamo vivendo.

Siamo figli di Dio, un Dio che si è fatto uomo ed è morto per farci comprendere che la nostra vita è eterna. Per questo, non sono e non sarò triste. Giorgia continuerà a preparare l’albero di Natale insieme a me ogni anno e mi aiuterà a smontarlo. Non importerà di nulla, questa è la realtà perché lei vive, è reale, come tutti i nostri cari defunti…e questo per noi deve essere annuncio di gioia e non tristezza.

Siamo cristiani, siamo portatori di felicità, siamo portatori di un messaggio infinito d’amore.Per cui oggi ti chiedo… Qual è l’albero di Natale della tua vita che fai fatica a smontare? Qual è quel sacrificio che oggi ed in questo periodo, puoi offrire al Signore per la tua e la nostra conversione? Qual è quella cosa che fai fatica a rinunciare? Tu lo sai, non è necessario dirlo nei commenti. Tu lo sai…medita e prova a offrire questa rinuncia per la salvezza delle nostre anime, offri questa rinuncia per l’amore.

Ti posso assicurare che il Signore ti ascolterà e ti risponderà. Io ne sono testimone. Dentro di me ho una forza che non mi appartiene fisicamente, ho una forza che mi rendo conto non essere mia.

E’ una forza che Dio ha deciso di donarmi per rendermi portatore di un messaggio: Non esiste albero di Natale che non possiamo smontare. Non esiste dolore che non possiamo combattere. Non esiste virus che non possiamo affrontare. Non esiste lutto che non possiamo vincere.

Una sola azione… fidati… non di me… dell’unico in grado di poterti fare questa promessa. Fidati, abbandonati e lascia fare a Lui nella tua vita. In questo modo troverai la pace. Questo perché… La pace risiede nel cuore di chi ha fiducia. Sempre. Io ne sono testimone.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *