In questi ultimi anni se n’è parlato molto, specie quest’anno in molte trasmissioni Tv, riviste e giornali, (in alcuni casi film che hanno fatto anche discutere) sono il fenomeno culturale del momento, un cambio radicale dello stile di vita per molte persone, che dall’etica o dall’alimentazione come stimolo emotivo, cambiano radicalmente il costume della società.

Vegano, chi è?

I vegani principalmente scelgono di esserlo per l’etica, molti lo fanno per la salute e altri per migliorare la propria alimentazione, in ogni caso cambiano della propria vita un po’ tutto, l’alimentazione è quella che ne risente maggiormente. Un vegano elimina tutto ciò che è di un’animale ed i suoi derivati, sia nell’alimentazione e sia in altri settori come l’abbigliamento e la ristorazione, settori al momento del tutto inadeguati per sopperire alle necessità crescenti di chi sceglie questo nuovo modo di vivere.

Si contano milioni di persone che ogni anno decidono di fare questo cambio radicale, in Italia le statistiche se pur con alcune differenze, riportano che i vegetariani e vegani siano tra i 6 e i 7 milioni, tanti e in continua crescita.

Tutte queste persone hanno nuove esigenze e interessi differenti dalla popolazione “onnivora”, mangiano diversamente, si vestono diversamente e usano prodotti etici non testati sugli animali, un mondo completamente nuovo e differente tutto da costruire… e siamo solo all’inizio.

Le previsioni dicono che entro il 2020 nel Regno Unito, il 55% della popolazione sarà vegana, oltre la metà quindi, e oggi sono già milioni. Nella sola Londra si contano oltre 400 tra locali e ristoranti totalmente vegani o con un menù interamente vegano, questo solo per dare qualche input sul fenomeno, altre analisi hanno stimano che entro il 2050 ci saranno delle leggi dedicate al vegetarianesimo, chi pensa si tratti solo di un fenomeno passeggero e modaiolo, fa un grande errore di valutazione non cogliendo invece le opportunità di questo cambio sociale.

Anche in Italia le cose non sono poi così differenti da quelle inglesi, il tasso di crescita dei vegani è alto e centinaia di migliaia di nuovi vegani si aggiungono ogni anno a un ritmo impensabile, questa crescita è dovuta ad alcuni fattori importanti, il primo probabilmente è la Rete, grazie a Internet e da qualche anno supportata dai social, l’informazione e la condivisione fanno da motore per una presa di coscienza collettiva, ovviamente anche il passaparola ha la sua nota di merito.

Tutto ciò che è prodotto usando materiali di derivazione animale è bandito, non è difficile quindi immaginare quali possono essere le necessità dei vegani, di conseguenza è facile capire come sostituire un prodotto usando materiali etici che non prevedano nulla che abbia a che fare con un animale.

Vegano, quali sono i settori più interessanti?

Sotto il profilo commerciale alcuni settori sono in forte crescita, la domanda è tale che spinge molti imprenditori a cambiare se non avviare, nuove attività e nello specifico sono:

  • La ristorazione: il settore è in espansione a ritmi molto sostenuti, ogni giorno si contano nuove strutture che aprono consapevoli del fatto che rischiano molto meno se improntati in ottica vegan. Ristoranti ma anche pizzerie e gelaterie che offrono solo prodotti vegani, senza l’uso di alcun derivato animale, una scelta che non solo coadiuva una domanda crescente, ma che oltretutto non è per niente limitata solo ai vegani, di fatto chi avvia un ristorante o locale vegan asseconda una necessità, ma al tempo stesso offre un’alternativa ai non vegani, sono infatti, molti gli onnivori che frequentano questi locali. Aprire un ristorante tradizionale oggi vuol dire non considerare i milioni di vegani che aumentano di numero ogni anno, quindi perdendo molti potenziali clienti, stessa cosa vale anche per i ristoranti esistenti, che in molti casi non assecondando queste necessità alimentari e vedono inevitabilmente scendere il numero dei clienti.

  • Calzature e abbigliamento: le calzature sono un altro dei settori interessati, per un vegano dopo i primi mesi di cambio alimentare inizierà a pensare al guardaroba, ed ecco che nuovi imprenditori hanno colto l’occasione per riformare la propria azienda, sfruttando questa realtà ormai inarrestabile.
    Sono nate alcune aziende da zero, altre hanno semplicemente cambiato produzione o l’hanno integrata, oggi ci sono calzature in sughero con suola di gomma, altre fatte in alcantara, canapa e nuovi prodotti sono proposti periodicamente, tutte scarpe prodotte senza usare pelli e cuoio. Anche l’abbigliamento si sta evolvendo verso questa filosofia, con capi etici e non trattati chimicamente, realizzati con tessuti alternativi specie per i capi invernali, eliminando lana, piume d’oca e pelle per giacche e affini. Tuttavia la produzione di questi capi è ancora limitata quindi ci sono ancora moltissime possibilità di fare impresa in un settore in crescita.

  • I prodotti alimentari: il settore alimentare è quello più consistente, se è vero che un vegano va al ristorante e compra scarpe in sughero, è altrettanto vero che mangia tutti i giorni, e questo qualche spunto di riflessione dovrebbe suggerirlo. Un vegano è anche attento a quel che mangia, nutrendosi prevalentemente di frutta e verdure cerca di mangiare quanto meglio possibile, ed ecco che nuove aziende agricole biologiche stanno crescendo in Italia. Non si vive di sola verdura e frutta, ci sono anche cibi confezionati come il seitan, il tofu e le mille varianti, succhi organici ma anche elettrodomestici come gli estrattori che hanno avuto grandi incrementi nelle vendite negli ultimi due anni. Nascono nuove aziende che realizzano questi prodotti, senza l’uso di chimica e interamente organici, questi prodotti devono poi essere rivenduti e qui si aggiunge il business dei rivenditori al dettaglio, anche questo settore in forte espansione anche online con decine di e-commerce che sono realizzati a supporto delle attività fisiche.

  • La cosmesi e prodotti per la casa: altro settore da non sottovalutare è proprio questo, anche la cosmetica deve essere etica e non fare uso di parti di derivazione animale, tanto meno i prodotti devono essere testati su cavie. Questo settore cresce di pari passo con quello alimentare, è noto che gli italiani sono attenti all’estetica e i fatturati del settore sono molto eloquenti, da vegani si è altrettanto bisognosi di creme e lozioni. La linea casa ha già visto negli ultimi anni una discreta crescita, questa non dipendente solo dai vegani ma da una maggiore consapevolezza delle persone, che oggi, vogliono prodotti meno impattanti sull’ambiente, grazie anche ai vegani nuove aziende stanno nascendo e nuovi prodotti ecocompatibili ed etici sono oggi disponibili, anche in questo settore ci sono grandi opportunità di crescita.

Visti i ritmi di crescita dei vegani, non c’è dubbio che in un futuro abbastanza prossimo tutte queste persone avranno bisogno di prodotti e servizi a loro dedicati, e considerando la crisi, per una nuova impresa vale la pena considerare queste opportunità.

Qualche esempio di successo Vegano

Già da qualche anno ci sono state iniziative di successo, sia nel settore della ristorazione sia in altri:

  • Universo Vegano: è una delle prime catene di fastfood vegan italiani, ha visto la luce un paio di anni fa e oggi si contano decine di locali in tutta Italia, la tipologia è molto simile al fastfood tradizionale, con panini e piatti pronti in pochi minuti. Sfruttano soprattutto la formula take-away per cui hanno un basso costo d’investimento e risultati ottimi, si tratta di un franchising che sta prendendo piede molto rapidamente ed è frequentatissimo sia dai vegani sia dagli onnivori, e questo deve essere un altro spunto di riflessione.

  • Verdevero: un’azienda nata dalla passione dei loro fondatori, i prodotti per la casa ecologici e non testati sugli animali è il loro punto di forza e motore delle vendite. Realizzano prodotti ecocompatibili a bassissimo impatto ambientale, prodotti per la pulizia della casa efficaci e sicuri dal punto di vista sanitario, l’azienda cresce in modo sostenuto ed è molto apprezzata dalle massaie attente al benessere e all’ambiante.

Il punto Vegano

Chi ha delle idee e cerca di avviare un nuovo modello di business, deve fare queste importanti considerazioni, la società cambia e con essa il mondo, il modello di riferimento che si era abituati a conoscere non esiste più, nuovi elementi lo stanno cambiando e questo accade molto rapidamente.

Possiamo considerarlo un cambiamento collettivo, un cambio sociale che rivolge le attenzioni a temi molto importanti, quali l’etica e la salute, ma anche ambiente ed ecologia, il tutto si può tranquillamente associare a un’unica parola, vegani. Cambierà tutto a cominciare dal modo di pensare e approcciarsi alla vita, con molta attenzione alla natura e tutto ciò che la compone.

In quest’ottica chi coglie l’occasione, non solo trova la possibilità di realizzarsi, ma concretamente può contribuire al processo di cambiamento in atto, che nei prossimi anni vedrà ancora una crescita molto sostenuta e di conseguenza, una domanda sempre crescente.

Considerazioni finali sul mondo Vegano

Come abbiamo visto quello che solo fino a qualche tempo fa era considerato solo una moda, oggi è molto di più, si tratta di una rivoluzione culturale in crescita, i vegani sono al centro di questa rivoluzione sociale e spingono la società verso un cambiamento che tutti, bene o male, affronteremo.

I vegani mangiano, si vestono e divertono, possiedono la casa e hanno bisogno di tutte quelle cose che si ritengono, scontate e normali, ma che in questo caso devono essere pensate e prodotte in modo totalmente differente.

Stanno nascendo nuovi media a supporto dello stile vegan, riviste e siti interamente dedicati a questo mondo, possiamo considerarlo anche un nuovo mezzo per fare business, la comunicazione e l’editoria anch’essi stanno avendo un buon successo e consensi crescenti, quindi sono altre opportunità di fare business, perché anche i vegani leggono!

 

Risorse utili

Migliore selezione di libri vegani : direttamente da Amazon

Bene, con questo articolo che ho scritto, hai sicuramente ricevuto un sacco di informazioni utili ma se sei affamato di conoscenza e pensi di voler ancora di più, allora puoi acquistare questo ebook che ti aiuterà nel far crescere la tua azienda:

SCARICA SUBITO

digital food marketing

Non aspettare oltre, se vuoi gestire con successo un’attività, i tuoi concorrenti non si fermano ad aspettare le tue esitazioni. Clicca subito su questo ebook e leggi le preziose informazioni contenute al suo interno per iniziare a gestire al meglio il tuo Business Food.

Categorie: Benessere

1 commento su “Business Vegano, la rivoluzione alimentare”

Le migliori opportunità di business del 2015 - Michele Liuzzi · agosto 26, 2015 alle 8:50 am

[…] La sicurezza alimentare sta diventando sempre più un problema. Non è solo la carne di hamburger o il pollo poco cotto a minacciare i consumatori ma anche prodotti quali verdure e frutta sono stati allarmati per problemi di carattere alimentare. Il cibo biologico è la soluzione? Oppure diventeremo tutti vegani? […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciassette − nove =

Iscriviti per commentare


Articoli correlati

Benessere

Cultura orientale per manager di successo occidentali

La cultura occidentale è ormai da troppo tempo riversa su se stessa nella continua ricerca del successo materiale. La maggior parte delle energie delle persone è spesa per aumentare la ricchezza economica ma facendo questo Leggi tutto&ellip;

Benessere

Alimentazione manager, la dieta per avere successo

Se tu sei un manager o se hai un’azienda e sei interessato al miglioramento delle performance dei tuoi manager allora devi assolutamente preoccuparti dell’alimentazione quotidiana perché questa è in grado di modificare notevolmente i risultati Leggi tutto&ellip;