Storytelling dalla semplice storia al mito del brand

Come una normale storia diventa un mito? Certamente, alla fine è il tuo pubblico che ti rende un mito… ma se non hai alcuni fattori importanti come la convinzione ed il sogno, all’interno della narrazione, il tuo pubblico difficilmente ti vedrà come mito.

Qui di seguito alcuni spunti che possono rendere ogni storia, un mito:

1. La funzione Metafisica

Parliamo di un senso di stupore e meraviglia. Quando parliamo di mito ci riferiamo sempre a qualcosa di metafisico, di quasi non reale, parliamo di qualcosa che le stesse parole fanno fatica a descrivere.

Se vuoi creare un mito, racconta usando spesso metafore mitiche e allegorie perché hanno la capacità di trascendere la realtà ed avvicinarsi al mistero della vita.

Questo modo di comunicare ci avvicina a qualcosa di più grande e significativo, qualcosa di onnipresente ed eterno e che sicuramente rende la storia, un mito.

2. La funzione cosmologica

I miti ci aiutano a dare un senso al mondo, soprattutto a quelle parti che sono fuori dal nostro controllo e dalla nostra comprensione. In epoca pre-moderna i miti sono stati usati per spiegare alcuni fenomeni come la natura e le sue stagioni, il cosmo e le stelle, nascita e morte e tanti altri fenomeni che in antichità erano trattati come argomenti misteriosi. Un esempio di questo è dato dalla mitologia greca e dalle sue mille storie.

3. La funzione sociologica

I miti hanno la capacità di guidarci all’interno di alcune regole sociali grazie alla loro presentazione romanzata. Aiutano a confermare norme sociali e fanno in modo che facciamo fatica a dimenticarli. I miti possono anche farci agire, possono darci l’incitamento per entrare in una battaglia, alzarsi e combattere.

4. La funzione pedagogica

Infine, vi è la stessa funzione di guida anche a livello personale. I miti possono aiutare le persone a navigare attraverso le sfide della vita e mostrano schemi comportamentali che si possono usare come esempi in determinate situazioni.

Dal mito al brand

Tradurre queste categorizzazioni in prestigio aziendale non è sicuramente facile. Per creare una storia leggendaria intorno ad un brand è necessario rendere propri alcuni insegnamenti dei classici miti.

Prendiamo per esempio la battaglia di Troia. Achille insegna come affrontare la rabbia e l’orgoglio, insegna come affrontare il proprio destino al di fuori degli schemi. Questo è quello che dovrebbe fare un brand.

Questo per esempio è ciò che sta facendo Apple. Per l’azienda di Cupertino, la visione quasi metafisica è tutto. Apple non ti vende uno smartphone, ti vende una visione mitologica della realtà.

Le aziende per riuscire quindi ad entrare in quest’ottica devono necessariamente fare affidamento a due direttrici di pensiero principali. Possono seguire il percorso metafisico-cosmologico oppure quello sociologico-pedagogico.

Nell’esempio di prima possiamo addirittura dire che la Apple ha una visione più mistico-spirituale proprio come il suo inventore, Steve Jobs, aveva in mente.

 

.

Condividi queste informazioni

 

 

Fonte

Brand storytelling from myth to meaning

Condividi queste informazioni