Qualche giorno fa sono stato invitato da Marco Montemagno alla presentazione del nuovo gruppo Piaggio Fast Forward, una sorta di laboratorio internazionale di pensatori visionari. Piaggio Fast Forward ha creato il primo evento a Milano per comunicare al mondo le visioni dei suoi componenti ed in particolare per comunicare le ricerche necessarie per le esigenze future, non solo nel campo della mobilità.

The Shape of Things to Come è il titolo di questo evento, raccontato a diversi invitati tra cui studenti universitari, operatori del mondo online, imprenditori e giornalisti. Devo ammettere che l’evento è stato molto emozionante non solo per l’ambiente ma anche e soprattutto, per le tematiche trattate. La presenza di Piaggio (che è titolare del progetto) dimostra inoltre che le aziende oggi non devono avere solo ed esclusivamente come obiettivo, la vendita ed il fatturato, ma anche e soprattuto, incarnare la visione che il brand vuole dimostrare di possedere, impegnandosi in terreni non direttamente collegati con la propria mission.

In questo momento il patrimonio maggiore di questa nuova società è dato dalle menti che ne fanno parte e per questo mi sembra giusto citarli qui di seguito:

Beth Altringer (psicologa, designer e docente all’ Harvard’ Engineering & Design School)

Sasha Hoffman (cofondatrice di Fuzzy Compass e membro del Boston Entrepreneurship Ecosystem)

Roberto Colaninno (Presidente e Ceo di Piaggio)

Nicholas Negroponte (Cofondatore del MIT Media Lab e Insegnante in Media Technology del MIT)

Doug Brent (Vice President Technology Innovation di Trimble)

Jeff Linnell (Google e fondatore di Bot & Dolly)

A riguardo Nicholas Negroponte ha dichiarato: «L’evento di questa mattina è stato estremamente emozionante. Credo che il ruolo di Piaggio Fast Forward sia essere l’elemento di rottura, l’elemento che permetta al Gruppo Piaggio di sentirsi sicura anche di esplorare idee non immediatamente collegate al profitto. E naturalmente non vedo l’ora di fare parte del team, di lavorare con loro».

 

 

 

Personalmente ritengo che l’intervento più interessante sia quello di Nicholas Negroponte che ha enunciato 5 principi che secondo lui sono da tenere a mente per il benessere di tutti noi nel futuro:

  1. Le biotecnologie sono il nuovo digitale. Negroponte comunica che le biotecnologie sono la realtà che ci permetteranno di battere la natura, di essere meglio della natura (forse un po’ esagerato).
  2. Incrementalismo è il nemico della creatività. Negroponte annuncia che in questo momento le Start-up sono un grosso problema per il mondo perché non abbiamo permesso a molti talenti di pensare in grande. Il MIT laurea 50 studenti all’anno e di solito negli scorsi anni, la metà di questi ragazzi cercavano di risolvere grandi problemi tipo fusione fredda, eliminazione della povertà, miglioramento dei diritti umani, invece oggi quasi tutti si preoccupano di fare App per smartphone e tablet. Oggi su 50 ragazzi solo 1 si distacca da queste cose e studia su un grande progetto. Negroponte dice che per questo, pagheremo un conto salato in futuro.
  3. La competizione è la radice del fallimento dell’educazione. L’educazione fin dalla tenera infanzia è competizione, questo è completamente errato secondo lui. Dice inoltre, basta con gli esami, basta su questo concetto di educazione. La Finlandia risulta essere in prima posizione come sistema educativo ed in Finlandia già dall’asilo non ci sono verifiche, non ci sono esami, non ci sono compiti a casa, vanno a scuola per meno giorni all’anno e fanno l’orario ridotto. Negroponte dice quindi “Come possono essere i primi se non hanno tutto questo?”, la ragione è che non c’è competizione. I bambini collaborano tutti insieme e crescono. La competizione è un concetto malato, proprio come tra gli stati.
  4. Missione contro mercato. Avere ottimi risultati come azienda non significa avere un’ottima missione.
  5. La connettività è un diritto umano. La possibilità di accedere alla connettività e quindi ad internet deve essere un diritto per tutti perché internet ti da l’opportunità di accedere alle informazioni e le informazioni sono uno strumento per crescere culturalmente e umanamente.

Alcuni punti sono davvero interessanti, nutro alcuni dubbi e perplessità su altre parti ma mi piacerebbe approfondire il tutto…vediamo il futuro cosa ci riserva…

Intanto ti anticipo anche questa bomba, si è parlato di una pillola che in un futuro potrebbe permetterci di imparare una lingua in pochissimo tempo. Ti immagini…imparare l’inglese assumendo una pillola che opera sui neuroni??? Proprio come nel film Limitless. Non so se farà bene o se farà male (più probabile) ma sicuramente è incredibile.

Ringrazio ancora Marco Montemagno per l’invito e non vedo l’ora di vedere questo futuro che alcune menti brillanti stanno cercando di realizzare.

 

Montemagno Liuzzi

 

.

 

Categorie: Startup

0 commenti su “Piaggio Fast Forward ed il futuro ha dell’incredibile”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

6 + 5 =

Iscriviti per commentare


Articoli correlati

Startup

Come creare un blog per il tuo business

Come creare un blog di successo che possa essere utile per il tuo business? ” Come creare un blog? “ è una domanda che mi pongono spesso. Se ti stai chiedendo perché è così importante che un’attività Leggi tutto&ellip;

Investimenti

Aziende milionarie nate nel garage

  Aziende milionarie nate nei garage Spesso pensiamo che l’unico modo per creare un buon business è avere una grande quantità di soldi da investire. In poche parole, se non abbiamo nulla siamo “spacciati” e Leggi tutto&ellip;

Startup

6 errori da evitare quando costruisci il tuo brand

Evitare errori nel momento in cui costruisci il tuo brand è fondamentale per il corretto sviluppo del tuo business e della tua azienda. Per questo motivo ti riporto qui di seguito un importante articolo di Laura Leggi tutto&ellip;